Piccola considerazione sull’IMU

letta-alfano-imu.jpg_1064807657L’Imu sulla prima casa è stata abolita per tutto il 2013. Per molti una boccata d’ossigeno, per alcuni una vittoria propagandistica, per altri una sconfitta politica, per altri ancora una notizia irrisoria. Da questa azione del governo Letta si possono trarre 3 conclusioni:

Punto 1. L’abolizione dell’IMU è stata il cavallo di battaglia della campagna elettorale del Pdl e di Berlusconi (che addirittura voleva restituire quella pagata nel 2012, insieme alle sette sfere del drago, ai 79 centesimi di Whatsapp e tanto altro ancora) e di conseguenza avrà un forte impatto mediatico positivo nei suoi confronti e nelle prossime elezioni, essendo bollata senza dubbio come una vittoria del centro-destra.

Punto 2. Il PD nella sua campagna elettorale sviava in tutti i modi il discorso IMU parlando di “argomenti più importanti come il lavoro” o al massimo prevedendo una sua rimodulazione, ma mai un’abolizione totale. Da questo punto di vista il centro-sinistra ha ceduto alle avance di Silvio in nome del governo fantoccio Letta.

Punto 3. Il popolo sarà diviso a tale notizia: ci sarà un’Italia popolare e operaia che non dovrà pagare centinaia di euro e ne sarà felice, visti i tempi di crisi e la soffocante pressione fiscale; ci sarà un’altra Italia nobiliare e imprenditoriale che non dovrà pagare un centesimo neanche su un villone di 3 ettari quando avrebbe potuto benissimo continuare a farlo.

Ci si dimentica spesso che l’Italia ha una delle tassazioni sugli immobili più basse in Europa ma quella più alta sulle persone e sul lavoro. Se magari il governo pensasse a diminuire quest’ultime staremmo a parlare d’altro e sulle prime pagine dei quotidiani non spunterebbero più titoli come “Via l’Imu dalla prima casa” ma “Meno tasse all’imprese. Il lavoro riparte”. Magari.

Annunci

2 pensieri su “Piccola considerazione sull’IMU

  1. Condivido in toto. Però non ho ben chiaro cosa abbiano abolito: solo quota sulla prima casa o tutta quanta l’Imu su tutto il costruito?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...